Olio santo – Pepone – Peparello

OLIO SANTO

10 peperoncini secchi

1/4 di It. di olio d’oliva

Si prendono dei peperoncini secchi si infilano per 5 minuti nel forno appena caldo per farli essiccare. Si tolgono i piccioli, quindi si triturano con macinino. Durante questa operazione fare attenzione a non toccarsi gli occhi o le labbra che, a causa dei piccoli frammenti piccanti di peperoncino che aderiscono alle dita, potrebbero imitarsi. Con il macinato di polpa e semi secchi si riempie un barattolo per metà e si completa con olio d’oliva. Si lascia stagionare per due settimane. Si ottiene un condimento gustoso adatto per i primi piatti o per le carni.

PEPONE

peperoncini secchi a volontà

È una variante semplificata dell’olio santo. Il macinato di peperoncini va conservato in un barattolo e consumato secco per condire i primi piatti o le carni.

PEPARELLO

Tre foglie di sedano maturo

un mazzetto di prezzemolo

un mazzetto di basilico

5 rametti di rosmarino

un mazzetto di santoreggia

2 rametti di mentuccia

2 foglie di alloro.

Le erbe suddette si raccolgono nel periodo di massima maturazione nei mesi giugno luglio. Si lavano e si mettono a seccare al sole su una grata di legno. Ad essiccazione terminata si infilano nel forno caldo per 5 minuti per preservarle da muffe o parassiti. Con le dita si sminuzzano le parti secche togliendo i rametti e le parti legnose. Il tutto va triturato con un macinino. Si ottiene una polvere odorosa adatta per condire carni e verdure,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...